DONNA
Piedi: bellezza e cura in pochi consigli
Scritto il 2015-08-12 da Chiara su Bellezza

Fonte: www.pixabay.com

I piedi vengono spesso dimenticati nelle routine di bellezza: d'importanza fondamentale per la funzionalità del corpo, le estremità inferiori necessitano di cure e attenzioni al pari di mani, viso e tutte le altre aree più sensibili al lavoro e agli agenti esterni. Per mantenerli sempre in salute e piacevoli alla vista come al tatto, è dunque indispensabile conoscere a menadito i principali rimedi, semplici e veloci, da utilizzare alla bisogna; in particolare, poi, è d'estate che è più importante curarne principalmente l'aspetto esteriore, vista l'abitudine di molte di ripiegare su scarpe aperte, come flip flop e sandali, che ben mettono in mostra tutti i loro dettagli più importanti.

Massaggi e pediluvi: ecco come mantenere in forma i piedi

Le gambe e soprattutto i piedi sono i primi a risentire della fatica quotidiana, soprattutto se si è costrette a trascorrere molte ore senza avere la possibilità di sedersi: quando le estremità sono gonfie e doloranti, un rimedio facile da attuare è quello del pediluvio con acqua tiepida e bicarbonato di sodio; nella soluzione, è possibile anche aggiungere qualche goccia di olio essenziale alla menta, unendo all'azione drenante del bicarbonato quella olfattiva e rinfrescante della pianta. Per rendere ancora più belli e piacevoli i piedi è poi possibile effettuare un bel massaggio con una crema specifica: in pochi istanti anche la pelle provata dallo sfregamento con la calzatura o la calza così come provato dal sole e dalla sabbia estiva ritrova immediatamente il suo aspetto originario, morbido e levigato; quest'ultima fase, poi, può essere effettuata anche più volte alla settimana, senza associarla al bagno in acqua, poiché la pelle diventa subito più vellutata e piacevole al tatto e alla vista.

Pedicure estetica e curativa per piedi da sfilata

Screpolature, callosita, unghie incarnite, inestetismi e molto altro possono poi minare la bellezza dei piedi: se per alcune di queste necessità è possibile agire in maniera autonoma, per altre diventa necessario l'aiuto di un professionista; meglio dunque fare riferimento a un podologo quando la situazione è ben oltre le proprie possibilità, senza rischiare risultati poco soddisfacenti o peggio ancora dannosi per la salute del piede, l'integrità della postura e una camminata equilibrata. Pedicure però non è solo sinonimo di cura ma anche di stile: dopo aver regolato la lunghezza delle unghie, mai troppo corte e mai con gli angoli arrotondati con le forbici, ecco entrare in gioco smalti vivaci e colorati che attirano l'attenzione in città come al mare; in centri estetici così come a casa propria è possibile dare libero spazio alla fantasia, ricorrendo alle tinte più in voga del momento da rifinire con cura, perfette per mettere in risalto morbidezza, piacevolezza e tutte le altre caratteristiche migliori dei propri piedi.

Tags : - - -
Articoli Correlati
Preferisci vestirti in modo spaventoso o adori essere spaventato?! Ad Halloweeen tutti gli appassionati cercano i vestiti, i trucchi, le ricette più bizzarre e horror per stupire e terrorizzare gli amici. I film degli anni '80, per esempio, sono una grande fonte di ispirazione per chi ama Halloween. Per la notte stregata vuoi truccarti da bambola assassina? Pizzi e merletti come abito, mentre per il make up basterà ottenere un colorito pallido usando un fondotinta chiaro, truccare gli occhi con un ombretto scuro e una matita nera per contorno e poi aggiungere delle lunghissime ciglia finte. Tanto blush, labbra a forma di cuore e il trucco di Halloween sarà incredibile. Il make up da bambola si intonerà a un'acconciatura ordinata realizzata con cerchietto e capelli sciolti. Hai un diavolo per capello?! Se vuoi essere una strega selvaggia dovrai cotonare i capelli o passare una piastra per ottenere l'effetto frisè: il capello crespo e vaporoso starà molto bene con un trucco che si concentra sullo sguardo. Via libera a mascara sbavato e matita imprecisa! Se invece sei una fata dei boschi scegli un trucco meno dark: capelli con la riga in mezzo, trecce oppure morbidi boccoli. Cignon e tanto glossy per il look da vampira: che Halloween abbia inizio!

Bellezza - Comunicablog

Gli integratori alimentari stanno prendendo sempre più piede nel mondo dello sport, anche e soprattutto in quello dell’allenamento amatoriale; nonostante i pareri discordi del mondo medico sulla loro reale utilità, non mancano studi scientifici che ne supportano l’utilizzo soprattutto in determinate condizioni di salute e in base al workout da affrontare. Inserire nella propria routine determinati prodotti può dunque effettivamente dimostrarsi efficace, con risultati tangibili già dopo le prime assunzioni; sebbene sia d’importanza fondamentale ricordare di concordare sempre con il proprio medico curante la possibilità d’utilizzo d’integratori prima e dopo l’attività sportiva, ecco una piccola guida contenente alcuni dei più utilizzati in base al tipo di lavoro da affrontare. Quando si parla di sport di potenza, come la corsa su breve e media distanza, le attività di palestra comprese quelle in sala pesi così come cyclette, tapis roulant, la gettonatissima zumba e altre attività aerobiche, gli integratori più comuni sono sicuramente a base di sali minerali; comuni e facili da acquistare nei punti vendita della grande distribuzione così come in farmacia, si vanno ad aggiungere a quanto già assimilato quotidianamente con l’alimentazione aiutando a tenere il corpo reattivo anche quando ci si ritrova davanti a una sudorazione elevata. Anche gli integratori a base di amminoacidi ramificati, amminoacidi semplici così come la creatina rientrano nella cerchia dei più utilizzati: il primo per recuperare le energie in seguito a uno sforzo di grande intensità mentre gli ultimi due per aumentare la massa muscolare e la forza della contrazione, soprattutto quando la normale alimentazione ne è povera. Utili anche in caso di workout basati sulla resistenza, i sali minerali insieme alle vitamine sono gli integratori maggiormente utilizzati; tra le mire degli sportivi vi sono in questo tipo di attività, come il podismo e le maratone, il ciclismo e qualunque sporta con durata superiore all’ora continuativa, ancora una volta gli amminoacidi ramificati e le maltodestrine, polimeri derivati dagli amidi: queste sostanze diventano utili se assunte prima di allenamenti prolungati, vista la capacità di fornire energia all’organismo a partire da 60 minuti dall’ingestione; in particolare le maltodestrine e i derivati vengono assorbiti al meglio se disciolti in acqua e bevute lentamente. Ultima e ancora discussa per la sua reale utilità è la carnitina, un amminoacido in grado di trasformare i grassi, attraverso il processo di ossidazione, in energia; utilizzata da molti sportivi è stata al centro di ricerche con risultati spesso controversi, meglio dunque valutarne attentamente la necessità prima dell’assunzione.

Bellezza - Starbeneblog


Questa opera è pubblicata nel rispetto delle licenze Creative Commons.

© 2019 Nanalab S.r.l.. Tutti i diritti riservati.

P.IVA 09996640018